il Risveglio Pentecostale nella Provincia di Modena

Un po’ di storia: la nascita delle Chiese Evangeliche ADI nella nostra provincia

La diffusione dell’Evangelo in questa provincia ha le stesse premesse di gran parte delle altre province del nord Italia. Per motivi di lavoro delle famiglie di credenti, residenti al Sud, si trasferirono a Maranello. Prima la famiglia Vessella, nel 1961, che si stabilì in via Prazecco 33, poi nel 1962 giunse la famiglia di Tommaso Mancini. In questo periodo che si decise di tenere delle riunioni in casa della famiglia Vessella in una stanza, usata anche come classe di scuola elementare, in quella zona rurale. Ogni domenica mattina si svolgeva il culto al Signore e il fratello Silvano Arcangeli, pastore in Bologna, si prese cura di questo gruppo, con affetto e impegno.

Altre famiglie si trasferirono, ma intorno al 1963, Ugo Toni, originario di Sassuolo (Mo), che si era trasferito in Belgio per lavoro, tornò nella sua città. Il fratello Toni fu incaricato prima di presiedere le riunioni settimanali, poi il fratello Arcangeli lo incaricò anche di condurre il culto domenicale. Con tanta passione e sacrificio egli cominciò a curare la comunità nascente di Maranello.

Per circa cinque anni essi continuarono a riunirsi sempre in casa della famiglia Vessella, poi il 5 febbraio 1967, il Signore provvide loro un primo locale di culto. Per l’occasione, ecco cosa scriveva il fratello Arcangeli in un articolo pubblicato sul mensile Risveglio Pentecostale.

“Dopo cinque anni di culto in campagna, in un’aula della scuola comunale, il Signore ci ha concesso la gioia di inaugurare a Maranello (Modena), il 5 febbraio una sala di culto aperta al pubblico. La sala per l’occasione era gremita di persone.La chiesa di Bologna era rappresentata in buon numero. Molti erano presenti per la prima volta ascoltando con intervento il messaggio della buona novella. Iddio ha esaudito la nostra preghiera e quella dei fedeli, concedendoci la possibilità di radunarci in un luogo centrale del paese per dare una testimonianza luminosa del Vangelo. Confidiamo nel Signore per una raccolta di anime, ora che abbiamo ‘Gettato la rete dall’altra parte’. Il nuovo indirizzo del locale di culto è il seguente: Viale Ingegner Carlo Stradi, 32-36 – Maranello (Mo).
(Risveglio Pentecostale N°3 Marzo 1967).

Nel 1969, grazie a nuove conversioni e al trasferimento di altre famiglie di credenti, la comunità di Maranello contava una trentina di credenti. Poi il locale di culto fu portato in via Mazzini, dove i credenti rimasero fino al 1979. Così scriveva il fratello Ugo Toni, dopo un servizio di battesimi:

“Siamo grati e riconoscenti a Dio che nella Sua misericordia ha esaudito le nostre preghiere. Il giorno 19 marzo 1972 sei neofiti sono scesi nelle acque battesimali testimoniando di Gesù, il Salvatore. In questo gruppo vi erano quattro dei miei famigliari: un fratello, una sorella, una cognata e una nipote. Chiedo a voi tutti preghiere, affinché il Signore ci conceda di prosperare nelle Sue vie, e altre anime di queste zone trovino la salvezza del nostro amato Salvatore Gesù”
(Risveglio Pentecostale N°6 Giugno 1972).

Con l’ulteriore crescita, dopo dieci anni anche questo locale di culto divenne insufficiente e i credenti si trasferirono in via Gilles Villeneuve 15 a Spezzano, nel comune di Fiorano Modenese (MO), vicinissimo a Maranello.

Per l’occasione il fratello Ugo Toni scrisse un articolo, di cui riportiamo una sintesi:

“Comunico a tutta la fratellanza che il giorno 15 luglio 1979 ci siamo rallegrati nel nostro amato Salvatore e Signore che è benedetto in eterno. Erano sei mesi che la comunità di Mara­nello cercava un nuovo locale … Eravamo molto in angoscia perché i soldi in cassa erano pochi, ma il Signore, che consola gli afflitti e dà grazia a chi Lo cerca, nella Sua infinita misericordia ha esaudito anche noi nella nostra miseria, così che abbiamo trovato un nuovo locale. Questo locale lo abbiamo acquistato in fede … Domenica 15 luglio 1979 abbiamo tenuto il primo servizio di culto in questo nuovo loca­le. Rammentando la morte del Signore, ab­biamo goduto comunione fraterna assieme a quanti ci hanno visitati dalle diverse chiese. Erano presenti un gruppo di fratelli della chiesa di Firenze, una maggioranza di Mode­na, una sorella di Poggio Rusco (Mantova) e una forte presenza di fratelli e sorelle della chiesa di Bologna assieme al fratello Silvano Arcangeli e alla sua moglie. Erano presenti anche una cognata del fratello Arcangeli che veniva dalla chiesa di Toronto (Canada) con un figlio e una figlia. Ci siamo rallegrati assieme nel Signore godendo copiose benedizioni. Abbiamo rice­vuto il messaggio della Scrittura tramite il fratello Silvano Arcangeli che ci ha esortati nella Parola di Gesù in Atti dove gli apostoli erano perseveranti nella preghiera e nel rompere il pane con letizia e semplicità di cuore. Possa Gesù darci un cuore semplice! A Lui che è Benedetto in eterno vada ogni lode e ringraziamento. Questo è l’indirizzo del nuovo locale di culto: via Gazzotti 49/51 angolo via Marsala Spezzano di Fiorano (Mo). Preghiamo gli uni per gli altri. Alleluia!”
(Risveglio Pentecostale N°10 Ottobre 1979)

Per diversi anni la comunità di Maranello e quella di Bologna costituirono le uniche due comunità evangeliche di fede pentecostale A.D.I. presenti in Emilia Romagna; per questo motivo furono meta di credenti provenienti da diverse province, addirittura qualcuno dalla provincia di Parma. Nel 1984 il fratello Toni decise di lasciare l’incarico; al suo posto, col benestare della comunità, fu incaricato il fratello Nicola Mancini, l’attuale pastore. L’opera di Dio ha continuato a crescere, e ancora una volta è stato acquistato un locale più grande; nel novembre 2011 la comunità di Maranello si è trasferita in via Madonna del Sagrato 13/b, sempre in Fiorano Modenese, località Spezzano.

La storia della Comunità di Modena »